10
Lun, Ago
182 New Articles
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

 Messaggio Promozionale

Attualità - Nord-Ovest - Tempo Libero

Grid List

Andrea Pirlo è il nuovo allenatore della Juventus. Ha firmato un contratto biennale fino al 2022. "La scelta si basa sulla convinzione che abbia le carte in regola per guidare, fin dal suo esordio sulla panchina, una rosa esperta e di talento per inseguire nuovi successi".

Era nell'aria fin da ieri notte, dopo le dichiarazioni del presidente Andrea Agnelli. Fatale l'eliminazione con l'Olympique Lyonnais negli ottavi di finale della Champions League, e lo scarso feeling con la squadra.

Dopo la vittoria ininfluente contro l'Olympique Lyonnais per 2-1, che è costata l'eliminazione per la Juventus dalla Champions League, abbiamo raccolto alcune voci a caldo dei bianconeri. Interviste a Miralem Pjanic, Gianluigi Buffon, Matthjs De Ligt, Maurizio Sarri e Andre Agnelli.

Juventus-Olympique Lyonnais. Termina il primo tempo sull'1 a 1. Subito a segno Depay su un rigure dubbio. Pareggia su penalty Cristiano Ronaldo. Alla Juve ora servono due gol per qualificarsi. Juve così così all'inizio, bene nella drconda parte del tempo. A Lisbona vola il Lyon. Tanto rammarico per l'uscita agli ottavi dei bianconeri, decisivi con il solito Cristiano Ronaldo, generioissimo non basta. In più Dybala finisce dopo poco la sua gara. Questa è la Champions League. Puniti da un rigore dubbio. Questo è il calcio.

Dalla sala stampa dell'Allianz Stadium, Maurizio Sarri, ha incontrato i media internazionali nella vigilia dell'ottavo di finale di ritorno (si riparte dall' 1-0 dell'andata per i transalpini) della UEFA Champions League 2019-2020, fermata dalla Pandemia Covid-19 contro l'Olympique Lyonnais. Una gara fondamentale da vincere per ottenere il pass per le Final Eight di Lisbona (Allianz Stadium venerdì 7 agosto 2020, ore 21).

Dalla sala stampa dell'Allianz Stadium, il capitano Leonardo Bonucci, ha incontrato i media internazionali nella vigilia dell'ottavo di finale di ritorno (si riparte dall' 1-0 dell'andata per i transalpini) della UEFA Champions League 2019-2020, fermata dalla Pandemia Covid-19 contro l'Olympique Lyonnais. Una gara fondamentale da vincere per ottenere il pass per le Final Eight di Lisbona (Allianz Stadium venerdì 7 agosto 2020, ore 21).

La UEFA, ha designato la terna arbitrale per il match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra Juventus e Olympique Lyonnaise, in programma venerdì 7 agosto 2020, ore 21 all'Allianz Stadium. A dirigere la gara, sarà il tedesco Felix Zwayer. Sarà coadiuvato dagli assistenti Thorsten Schiffner e Marco Achmüller, quarto uomo Tasos Sidiropoulos (Gre). Al Var - Video Assistant Referee: Christian Dingert. Tobias Stieler assistente.

Il Consiglio di Lega, ha deliberato la data di inizio del prossimo campionato: si parte il 19 settembre 2020. Ultima giornata il 23 maggio 2021. Previsti 5 turni infrasettimanali.

Juventus - Roma. Dopo la conquista del nono scudetto consecutivo, arriva all'Allianz Stadium l'epilogo del campionato 2019-2020 per i bianconeri contro la Roma di Paulo Fonseca. Entrambe le formazioni hanno centrato i propri obiettivi. Finisce qui con la Juve che cade sul terreno amico 1-3 con una Roma volitiva. A dire il vero i bianconeri ci hanno provato, ma la Roma è stata attenta e ha colpito con Perotti (doppietta). Alla fine la premiazione della Coppa Scudetto 2019-2020.

CROSS Festival Walk Edition prosegue giovedì 6 agosto 2020, ore 17.30 e 21.15, in compagnia di Franco Arminio in un doppio appuntamento con ritrovo all’imbarcadero di Suna - via Troubetzkoy 9 - nell'ambito di Cross Festival.

Attraverso Festival 2020 - Uomini e storie delle terre di mezzo - Nicolò Fabi martedì 4 agosto ore 21 a Bra (CN) ai Giardini Belvedere, p.zza xx Settembre (ingresso 5 €) e mercoledì 5 agosto ore 18 a Bosio (AL), Ecomuseo Cascina Moglioni, Parco Naturale Capanne di Marcarolo, ingresso 5 €, in collaborazione con Aree Protette Appennino Piemontese.

Nell'ambito della rassegna estiva "Summer Plays", va in scena al teatro Carignano dal 4 al 9 agosto 2020, "La Segretaria" di Natalia Ginzburg, per la regia di Leonardo Lidi. Musiche eseguite dal vivo dai Perturbazione.

Ad Oulx il 1° e 2 agosto 2020, in mostra le eccellenze artigianali ed enogastronomiche della alta Valle di Susa ai mercatini della Fiera d'Estate.

La X edizione al cinema Fraiteve, da sabato 1° a sabato 8 agosto 2020. Tra le novità al Sestriere Film Festival si proietta il cortometraggio "Novalesa 2020, la processione che non c'è". La manifestazione organizzata dall’associazione Montagna Italia in collaborazione con il Comune di Sestriere e il Consorzio turistico Via Lattea e con il patrocinio della Città Metropolitana di Torino.

Calendario Scolastico 2020-2021: si torna in classe il 14 settembre. La Regione ha approvato il nuovo calendario scolastico: le lezioni termineranno venerdì 11 giugno 2021. Stabiliti i periodi di festività natalizie, carnevalesche e pasquali, oltre a un «ponte» in occasione dell’Immacolata Concezione.

Nell'ambito della rassegna estiva "Summer Plays", va in scena al teatro Carignano dal 28 luglio al 2 agosto 2020, "Locke" di Steven Knight. Regia firmata da Marco Lorenzi.

Da rudere abbandonato a quello che oggi è un Museo di storia militare fra i più apprezzati e conosciuti d'Europa. Dal 1° agosto la riapertura al pubblico per la stagione 2020.


A partire dal 1° agosto prossimo, riapre a Bardonecchia il Museo Forte Bramafam, per la stagione 2020. Un anno che segna i 25 anni della rinascita della fortezza: da rudere abbandonato a quello che oggi è un Museo di Storia Militare fra i più apprezzati e conosciuti d'Europa, interamento curato dall'A.S.S.A.M. (Associazione per gli Studi di Storia e Architettura Militare)


La stagione di visite 2020, inizia il 1° agosto – con nuovi allestimenti e mostre e continuerà sino a ottobre.
 
La nuova vita del Forte Bramafam, in Alta Val Susa iniziava infatti il 18 maggio 1995, quando Pier Giorgio Corino, oggi  direttore del Museo e ideatore e progettista  dell'impianto museale, a nome dell'A.S.S.A.M. direttore del Museo e curatore degli allestimenti museali, prendeva formale consegna dal Demanio, sulla piazza d'armi, di ciò che restava del Forte, vilipeso da decenni di abbandono e saccheggio. Una ricorrenza che si sarebbe voluta celebrare in modo adeguato, ma che la pandemia ha impedito, ritardando invece la tradizionale apertura estiva prevista a giugno. 


Pier Giorgio Corino

"Alcuni di noi non ci sono più, ma la gran parte è ancora qui a lavorare con la “lucida follia visionaria” di allora, per fortuna con alcuni giovani che si sono uniti al gruppo fatto da entusiasti volontari, che cura la gestione del Museo, degli allestimenti, i restauri e le  mostre. L’obiettivo primario è stato raggiunto. Abbiamo salvato un bene straordinario dall’oblio e dallo sfascio e un passo alla volta gli abbiamo ridato dignità. Con orgoglio rivendichiamo di essere stati il primo Museo completamente sostenuto e gestito da privati ad essere accreditato dalla Regione Piemonte. Insieme al recupero strutturale abbiamo via via creato gli allestimenti ambientali, con acquisizione di una notevole quantità di materiale storico che ci ha permesso di ridare vita alla struttura rendendola un percorso museale quasi unico nel suo genere in Italia. La prima uniforme è arrivata qui nel ’98. Ne è passato di tempo. Oggi è cambiato il rapporto nel reperimento del materiale storico. Sono moltissimi coloro che si rivolgono a noi per consegnarci oggetti e reperti “perché non vadano perduti”.


La storia del forte

Costruito tra il 1874 ed il 1889 sul colle che domina la conca di Bardonecchia, il Forte Bramafam venne concepito allo scopo di proteggere lo sbocco della Galleria del Fréjus da eventuali puntate di truppe francesi che non fossero state arrestate dai sistemi di distruzione interni al tunnel ferroviario.

Questa fortificazione della “Triplice” è un ibrido, di transizione strutturale: l’ultimo dei grandi Forti a struttura lapidea in granito dalle architetture maestose e dell’arte secolare dello scolpire la pietra della tradizione militare sabauda presto meticciato poi dall’utilizzo del moderno calcestruzzo.

A fine ‘800 il Forte Bramafam di Bardonecchia era la più importante fortificazione delle Alpi Cozie. Dotato di un armamento di prim'ordine, due torri corazzate della Gruson per pezzi da 120/21, quattro cannoni a tiro rapido da 57 mm in torrette a scomparsa, sei pezzi da 87 B.R. ret. e due da 149 G, fu suddiviso in tre distinte parti, visibili ancora oggi: la piazza d'armi, il forte principale e l'avanforte, situato verso 1'estremità occidentale della montagna. Nel 1892 il forte poteva ormai definirsi completato. La guarnigione era assicurata da truppe del presidio di Torino e del 6° reggimento Artiglieria da Fortezza. II presidio di guerra comprendeva 200 uomini, in caso di necessità poteva ospitare su giacigli paglia a terra altri 280 soldati.

Adibito durante la Prima Guerra Mondiale a campo di prigionia per i prigionieri austriaci, ritornò a svolgere la propria funzione difensiva negli anni Trenta, quando i rapporti con la Francia si erano nuovamente deteriorati. Risalgono infatti a questo periodo i lavori di potenziamento delle difese esterne, caratterizzati, in particolare, dalla costruzione di opere in caverna per mitragliatrici e cannoni anticarro. La più importante, il Centro 14, che si affacciava sui versanti nord e ovest dell'altura, era armata con sei mitragliatrici e presidiata da 42 uomini.

Come tutte le opere della zona di Bardonecchia, anche il Forte Bramafam fu affidato all'VIII Settore della Guardia alla Frontiera (GAF).

I due pezzi da 120/21, ancora operativi, andarono così a formare la 516a batteria G.a.F. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, i suoi cannoni non intervennero, ma il 21 giugno 1940, giorno in cui iniziò la breve offensiva italiana, il sito subì un bombardamento aereo.

Dopo l'8 settembre 1943 il Bramafam fu occupato dalle truppe tedesche che vi mantennero il comando del 100° Reggimento Gebirgsjäger, sino ad essere abbandonato all'alba del 27 aprile 1945.

Nel primo dopoguerra subì un sistematico saccheggio che fu completato, nella sua azione devastatrice, dallo smantellamento imposto dalle norme del Trattato di Pace di Parigi del 1947. Fino agli inizi degli anni Novanta il Bramafam è stato oggetto di asportazioni e atti vandalici: tutte le parti metalliche sono state rimosse, così come sono scomparsi i manufatti lapidei e demoliti numerosi tramezzi e muri di tamponatura per il recupero dei mattoni pieni.


Info e contatti

IL MUSEO FORTE BRAMAFAM SARÀ APERTO PER TUTTO IL MESE DI AGOSTO

I SABATI E DOMENICHE DI SETTEMBRE E OTTOBRE.

L’ORARIO DI VISITA È DALLE 10,00 ALLE 18,30.

ULTIMO INGRESSO ALLE 17,00.

tempo medio di visita 2-3 ore.

Quest’anno le visite guidate sono sospese.

INGRESSO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORI IN RISPETTO ALLE NORMATIVE ANTI COVID19

CHIAMARE AL 377.3496355 DALLE 10.00 ALLE 17.00

Infoline: Tel. +39 3336020192

Altre info e aggiornamenti sulle mostre:

www.fortebramafam.it e alla pagina FB https://www.facebook.com/museofortebramafam/

 

Sabato 25 luglio, ore 18, Massimo Cotto legge “Festa Mobile” di Ernest Hemingway nel Bosco dei Pensieri della Fondazione E. di Mirafiore di Serralunga d'Alba.

Quarto ed ultimo appuntamento per la 44a edizione di Monfortinjazz. Sabato 8 agosto, ore 21.30, chiudono e chitarre e la voce di Juan Carlos “Flaco“ Biondini (spesso intrecciata a quella di Francesco come nella mirabile “Don Chisciotte”), il pianoforte di Vince Tempera (che con i suoi arrangiamenti ha fortemente connotato il “suono” delle canzoni di Guccini), il sax di Antonio Marangolo (protagonista di assoli e aperture sonore inconfondibili nelle ballate gucciniane), il basso di Pierluigi Mingotti e la batteria di Ivano Zanotti.

Un'esperienza di gusto in Valle di Susa. L'Unione Montana Valle Susa, i comuni della Valle di Susa e i ristoratori per una iniziativa di valorizzazione della cucina del territorio con i prodotti a km0 e Marchio Prodotti Tipici Valle di Susa.

Tutti gli appuntamenti in Valle di Susa del week end. Dove andare, indirizzi ed incontri. In collaborazione con l'ufficio stampa "Valle di Susa. Tesori di Arte e Cultura Alpina" riceviamo e pubblichiamo tutti gli eventi della Valle di Susa, del week end del 9 agosto 2020.

Terzo appuntamento per la 44a edizione di Monfortinjazz. Giovedì 6 agosto, ore 21.30  Richard Galliano (concerto sold out), il più grande fisarmonicista del mondo porterà nel cuore delle Langhe un récital con al centro la fisarmonica, ponte sacro tra generazioni e stili musicali nonché culturali.

L’esibizione dell’Orchestra Bruni sarà a porte chiuse e trasmessa in diretta da Rai Tre. Tra il pubblico, una rappresentanza degli operatori della sanità impegnati nelle zone italiane più colpite dall’emergenza.

Tutti gli eventi del weekend dal 7 al 9 agosto 2020 al Parco Nazionale Gran Paradiso. Aperto il Centro visitatori "Acqua e Biodiversità" di Rovenaud, dal venerdì al lunedì. Sabato 8 agosto - Centro "L'uomo e i coltivi" di Campiglia Soana.

Parte il viaggio di Terra Madre Salone del Gusto 2020: dall'8 ottobre 2020 e per 6 mesi, on line, a Torino e nel resto del mondo.

Dove andare nel biellese. Manifestazioni, eventi, itinerari, mostre, escursioni in Provincia di Biella. Week End del 9 agosto 2020. Biella Estate 2020: Grazie!!! - Un territorio che vi abbraccia... Oropa barocca tra arte e musica. XXX edizione del Piedicavallo Music Festival.

Castelli Aperti: tutte le aperture e gli orari di domenica 9 agosto 2020. Prosegue Castelli Aperti, rassegna giunta ormai alla 25ma edizione che permette di conoscere il sorprendente patrimonio culturale e artistico del Piemonte.

Messaggi Promozionali

 



Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Foto del Piemonte

Grattacielo Intesa Sanpaolo (ph. Paolo Rachetto)

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Media Friends

Salva

Salva

Salva

Articoli in evidenza

Grid List

Emergenza Coronavirus Piemonte  agosto 2020. 26272 (+13) pazienti guariti e 638 in via di guarigione. I decessi complessivamente sono 4136 (0). 31868 (+38) i contagi.

Meteo Piemonte

Meteo Piemonte

Salva

Salva

Box Facebook

Messaggio Promozionale