23
Mar, Apr
90 New Articles
 
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Salva

Crevoladossola: lite tra automobilisti. Compare un coltello. Denunciato

Cronaca
Typography
47enne irascibile denunciato per minaccia dai Carabinieri della Stazione di Crevoladossola.
I Carabinieri della Stazione di Crevoladossola hanno denunciato R.F., 47enne di Montecrestese (VB), perché ritenuto responsabile di minaccia grave.
 
Nemmeno il freddo ha frenato l’irascibilità di un automobilista 47enne ossolano, che non ha per nulla gradito d’esser stato ripreso da un “collega a quattro ruote”.
La vicenda, di cui sono stati protagonisti due cittadini di Montecrestese, trae origine da una lite scaturita dalla manovra azzardata effettuata dal 47enne mentre spostava la propria auto sul lato opposto della strada di Via Pontetto.
L’uomo, apparentemente reo di aver verificato il sopraggiungere di altri veicoli, nel corso della manovra, ha occupato la strada mentre sopraggiungeva un altro automobilista, 43enne dello stesso paese che, per evitare l’impatto, è stato costretto a frenare bruscamente ed a sterzare verso il marciapiede.
Scontro evitato, nessun danno, ma grande spavento del 43enne che, quale sfogo per lo scampato rischio, non ha resistito a richiamare verbalmente il 47enne facendogli notare l’atto imprudente. “Apriti cielo!”. Il 47enne, fulmineamente è sceso dal suo veicolo avventandosi contro chi riteneva l’avesse ingiustamente offeso.
Il gesto, già non condivisibile, è diventato di estrema gravità perché perpetrato impugnando un coltello. Impietrito, il 43enne non ha proferito parola, lasciando che la sua controparte sbollisse e forse sperando che tutto tornasse alla normalità al più presto. Così, per fortuna, è andata.
L’allarme al N.U.E. 112 è stato dato subito dopo, con la richiesta di intervento da parte di uno scioccato automobilista, ancora incredulo dei fatti.
I successivi accertamenti dei Carabinieri, hanno permesso di ricostruire l’episodio, identificare il responsabile (che peraltro ha poi ammesso le proprie responsabilità), rinvenire e sequestrare il coltello, e di denunciarlo all’Autorità Giudiziaria perché ritenuto responsabile di minacce gravi.
 
Ph. di repertorio Carabinieri