10
Ven, Apr
191 New Articles
Messaggio Promozionale
 

Covid-19 Piemonte: 25 marzo ore 15

Sanità Piemonte
Typography

La situazione dell'Emergenza Coronavirus in Piemonte al 25 marzo 2020, ore 15. Aggiornamento Coronavirus Piemonte. Il bollettino dei contagi in Piemonte. 46 decessi in Piemonte. Nuovo reclutamento infermieri. Positivi tre dipendenti del Comune di Torino. Reti e check-point, Torino riapre mercati.

NUOVA AUTODICHIARAZIONE --> LEGGI IL PDF


IL TESTO DEL DECRETO --> LEGGI IL PDF


Piemonte

Aggiornamento Coronavirus Piemonte

NUMERO DI CONTAGIATI 6024 (+709 24/3 h. 15)

IN TERAPIA INTENSIVA 381 (+21 24/3 h. 15)

GUARITI 17

DECEDUTI 449  (+75 - 24/3 h. 15)

TOTALE TAMPONI EFFETTUATI 16555

TAMPONI ESAMINATI NEGATIVI 10150


Il bollettino dei contagi in Piemonte

Diventate 6.024 le persone finora risultate positive al Coronavirus in Piemonte: 945 in provincia di Alessandria, 261 in provincia di Asti, 327 in provincia di Biella, 441 in provincia di Cuneo, 517 in provincia di Novara, 2.813 in provincia di Torino, 308 in provincia di Vercelli, 247 nel Verbano-Cusio-Ossola, 56 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 109 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.
Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 381. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 16.655, di cui 10.150 risultati negativi.


46 decessi in Piemonte

Sono 46 i decessi di persone positive al test del Coronavirus comunicati questa mattina dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 29 in provincia di Torino, 2 nell’Alessandrino, 2 nel Vercellese, 4 nel Novarese, 3 nel Verbano-Cusio-Ossola, 4 nel Cuneese e 2 nell’Astigiano.
Il totale è ora di 449 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 112 ad Alessandria, 15 ad Asti, 38 a Biella, 28 a Cuneo, 61 a Novara, 134 a Torino, 24 a Vercelli, 30 nel Verbano-Cusio-Ossola, 7 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte. Il 72% sono uomini, il 28% sono donne. L’età media è di 78 anni.


Nuovo reclutamento infermieri

È stato aperto il bando pubblico per il reclutamento di infermieri a tempo determinato per un anno, nell’ambito dell’emergenza COVID-19, da impiegare nelle seguenti aziende sanitarie del Piemonte: Città di Torino, To3, To4, To5, At, Cn1, Vc, No, Vco, Bi, Città della Salute e della Scienza di Torino, Ordine Mauriziano di Torino, San Luigi di Orbassano, Santa Croce e Carle di Cuneo, Maggiore della Carità di Novara.

Le domande potranno essere inoltrate fino alle 23:59:59 di sabato 28 marzo 2020.

Il testo del bando, con le modalità di invio delle candidature è disponibile all’indirizzo: https://bandi.regione.piemonte.it/avvisi-beni-regionali/infermiere-reclutamento-personale-emergenza-covid-19


Positivi tre dipendenti del Comune di Torino

Sono tre i dipendenti del Comune di Torino positivi al Coronavirus. Tra questi c'è un vigile urbano, che però non era in servizio da quasi due settimane. Lo ha reso noto il dirigente del Personale, Giuseppe Ferrari, nel corso di una commissione consiliare dedicata alle procedure messe in atto per la tutela del personale.
La Città di Torino, ha preso i primi provvedimenti a partire dal 20 febbraio, istituendo anche una cabina di regia settimanale con i sindacati. Quanto ai dispositivi di protezione individuale, Ferrari ha precisato che "attualmente non abbiamo problemi di mascherine, guanti o liquido sanificante".
Degli 8.642 dipendenti comunali, sono 1.385 quelli fisicamente presenti negli uffici, 2.695 in smart working, 808 in malattia, non legata al Covid-19, 691 in ferie e 3.063 non presenti per altri motivi, come congedi o sospensione dei servizi. Lo riferisce l'Ansa.


Reti e check-point, Torino riapre mercati

Sono stati riaperti questa mattina 24 mercati rionali di Torino, su un totale di circa 40, dove è stato possibili organizzare la completa recinzione e i varchi di ingresso e di uscita diversificati e presidiati da volontari e Polizia locale.

In tutti iè consentita solo la vendita di generi alimentari. Il flusso dei clienti, è costantemente regolato all'entrata: le persone in attesa sono tenute a tenere una distanza di almeno un metro. Il mercato con il maggiore numero di clienti ammessi, sommando le due parti di cui è formato, divise da un'ampia via e da impianti semaforici, è quello di Santa Rita, dove è ammesso un massimo di 124 clienti.

I banchi, distanziati e dotati di transenne, e bancali per tenere le distanze, sono stati sistemati su un solo lato. Ammessi due clienti alla volta. Nel quartiere la riapertura del mercato ha ridotto le code ai supermercati, Tra i mercati che non hanno ancora riaperto due tra i più grandi, lo storico di Porta Palazzo e il più lungo, in corso Racconigi. Lo riferisce l'Ansa.


 * Fonte Regione Piemonte

Messaggio Promozionale