Messaggio Promozionale
 

STURA Storia del Territorio e dell'Uomo lungo le Rive e sull'Acqua

A partire da giovedì 21 maggio e fino al 14 giugno, in via speciale, sarà disponibile su Youtube "S.T.U.R.A. - Storia del Territorio e dell’Uomo lungo le Rive e sull’Acqua", docufilm diretto da Davide Borra solitamente proiettato presso la sala cinematografica del Castello dei Principi d'Acaja nell'ambito del percorso di visita.

Un viaggio nel tempo e nel territorio della Provincia di Cuneo. L’areale che vede lo scorrere del fiume Stura di Demonte, nel territorio in cui la città di Fossano è baricentrica, Identifica quello che è riconosciuto come “basso Piemonte”, in provincia di Cuneo. Le ricerche geologiche, archeologiche e storiche hanno ritrovato, messo in luce e valorizzato il racconto dell’uomo in questo territorio, a partire dagli insediamenti preistorici (varie grotte pedemontane), passando per l’età romana (Augusta Bagiennorum), tutto il medioevo (dalla necropoli longobarda di S.Albano Stura a pressochè tutti i paesi) fino all’età moderna e contemporanea. S.T.U.R.A. - Storia del Territorio e dell’Uomo lungo le Rive e sull’Acqua, è l’acronimo che da il titolo al docu-film e che sottolinea proprio il rapporto tra i due attori principali, l’uomo e il territorio; il primo fugace, ma incisivo, il secondo eterno, cornice di tutti gli eventi passati, presenti e futuri. Il film abbraccia sette epoche, dalla preistoria alla II guerra mondiale ed è stato girato nei luoghi oggetto dei ritrovamenti e/o delle realizzazioni antropiche. I quasi cinquanta rievocatori storici, non professionisti, sono stati convalidati dai tutori scientifici della Soprintendenza del PIemonte e si sono prestati a rievocare situazioni di vita quotidiana accaduti in quegli luoghi. Così, di epoca in epoca, scorrono le immagini dell’approvvigionamento del cibo, (prima con la caccia, poi con la coltivazione fino alla produzione industriale), delle attività militari (la ronda romana, il castellum medievale), delle arti e degli svaghi (ars venatoria, feste di corte), delle attività culturali (l’accademia letteraria, la lezione di piano) o meno nobili (il monatto) arrivando all’automazione industriale fino all’epilogo, nel 1945 (il partigiano) La voce fuori campo evoca il ruolo dell’uomo e del suo rapporto con la storia ed il territorio, lasciando alle immagini il compito documentaristico. Il documentario è stato girato nel febbraio 2019. La prima visione è stata fatta il 6 Aprile 2019 presso il castello Acaia di Fossano dov’è stata allestita la sala di proiezione semicircolare nell’aula sommitale della torre Ovest. E' stato selezionato ed esposto nelle rassegne internazionali ArcheoVirtual 2019 (Paestum - SA) e Firenze ArcheoFilm 2020 (data da destinarsi). Scritto e diretto da Davide Borra Prodotto da Unione del Fossane con progetto ALCOTRA " “Raccontare un territorio – paesaggio, archeologia e geologia come motore di sviluppo del territorio” 2018-2019" e cofinanziamento Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT. Realizzato da No Real Interactive srl e ARCA Studios