04
Gio, Giu
192 New Articles
Messaggio Promozionale
 

Fase2 Valle d'Aosta: 19 maggio 2020

Valle d'Aosta
Typography

La situazione dell'Emergenza Coronavirus in Valle d'Aosta Fase2 a martedì 19 maggio 2020. Fase2 Covid-19 VDA: sono sempe 143 (0) i decessi in totale in Valle d'Aosta. 1175 i casi positivi. 914 i guariti. Mascherine: come e dove utilizzarle correttamente.

VALLE D'AOSTA

Dati forniti dall’Azienda USL della Valle d’Aosta 19/5
TOTALI CASI TESTATI 9862
CASI POSITIVI TOTALI 1175
CASI POSITIVI ATTUALI 118
IN OSPEDALE 26
IN TERAPIA INTENSIVA 1
IN ISOLAMENTO DOMICILIARE 91
CASI NEGATIVI TOTALI 8383
GUARITI 914
ETA' 1 mese/103
ETA' MEDIA 55
GUARITI CLINICAMENTE 69
DECESSI 143
MASCHI 71
FEMMINE 71
FASCE D'ETA' 45/100
ETA MEDIA 83
IN OSPEDALE 889
SUL TERRITORIO 54
TAMPONI TEST EFFETTUATI 12663
CON ESITO NEGATIVO 10424
CON ESITO POSITIVO 1851
ANALISI IN CORSO 388
 FORZE DELL'ORDINE  
CONTROLLI 525
SANZIONI 0

Fase2 Covid-19 VDA: sono sempe 143 (0) i decessi in totale in Valle d'Aosta. 1175 i casi positivi. 914 i guariti

Rallenta il contagio in Valle d'Aosta. Nelle ultime 24 ore è stato rilevato un nuovo caso positivo per il coronavirus e non ci sono stati ulteriori decessi. Un paziente in rianimazione dopo alcuni giorni in cui il reparto era rimasto vuoto da casi Covid. I deceduti sono sempre 143 (72 uomini e 71 donne, tra i 45 e i 100 anni, età media 83 anni). I contagiati sono 1.175 dall'inizio dell'epidemia e 118 quelli attuali (ieri erano 134). I guariti salgono a 914 (17 in più di ieri). I pazienti ricoverati in ospedale sono 29 e gli altri 91 contagiati sono invece in isolamento domiciliare.


Mascherine: come e dove utilizzarle correttamente

L’Unità di crisi per la gestione dell’emergenza COVID-19 in Valle d’Aosta, in occasione della ripartenza delle attività produttive sul territorio regionale, sottolinea l’importanza della protezione delle vie respiratorie. Le mascherine rappresentano una misura determinante  per il contenimento della trasmissione del virus COVID-19, complementare al distanziamento fisico, all'igiene delle mani e all’attenzione scrupolosa nel non toccarsi il viso, il naso, gli occhi e la bocca.

In base al DPCM del 26 aprile scorso, l’uso delle mascherine è obbligatorio negli spazi nei quali non è garantita la possibilità di mantenere il distanziamento fisico. Anche i bambini dai sei anni in su devono portare la mascherina: per loro va posta attenzione alla forma evitando di usare mascherine troppo grandi e scomode per il loro viso.

Secondo le disposizioni, possono essere utilizzate mascherine chirurgiche, destinate a uso medico e sviluppate per essere utilizzate in ambiente sanitario, e mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. Le mascherine facciali FFP2 e FFP3, con  alta capacità filtrante, sono utilizzate nell’ambito sanitario e nei luoghi di lavoro con specifici rischi e non sono consigliate per un uso generalizzato. 

Istruzioni per l'uso 

  • prima di indossare la mascherina lavare le mani con acqua e sapone per almeno 40-60 secondi o eseguire l’igiene delle mani con soluzione alcolica per almeno 20-30 secondi;  
  • indossare la mascherina toccando solo gli elastici o i legacci e avendo cura di non toccare la parte interna; 
  • posizionare correttamente la mascherina facendo aderire il ferretto superiore al naso e portandola sotto il mento; 
  • accertarsi di averla indossata nel verso giusto (ad esempio nelle mascherine chirurgiche la parta colorata è quella esterna);

Durante l’uso 

  • se si deve spostare la mascherina manipolarla sempre utilizzando gli elastici o i legacci; 
  • se durante l’uso si tocca la mascherina, si deve ripetere l’igiene delle mani; 
  • non riporre la mascherina in tasca e non poggiarla su mobili o ripiani; 

Quando si rimuove 

  • manipolare la mascherina utilizzando sempre gli elastici o i legacci;
  • lavare le mani con acqua e sapone o eseguire l'igiene delle mani con una soluzione alcolica;

Nel caso di mascherine riutilizzabili

  • procedere alle operazioni di lavaggio a 60 gradi con comune detersivo o secondo le istruzioni del produttore, se disponibili; talvolta i produttori indicano anche il numero massimo di lavaggi possibili senza riduzione della performance della mascherina;
  • dopo avere maneggiato una mascherina usata, effettuare il lavaggio o l’igiene delle mani.  

Come smaltire le mascherine

  • Per il rispetto dell’ambiente, oltre che per limitare la diffusione del virus, si ricorda che le mascherine monouso devono essere smaltite con i rifiuti indifferenziati, mentre per le mascherine riutilizzabili occorre seguire le regole per il loro riutilizzo dopo l’apposito lavaggio.

 * Fonte Regione Autonoma Valle d'Aosta

 

Messaggio Promozionale