24
Mer, Apr
90 New Articles
 
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Salva

Cuneo. Festa dei Musei a Casa Galimberti

Cuneo
Typography

Sabato 19 maggio, alle ore 20.30 e 21.30, il Museo Casa Galimberti apre le porte. Due speciali visite guidate e animate.

In occasione della Festa dei Musei 2018 promossa dal MiBACT, il Museo Casa Galimberti apre le porte, sabato 19 maggio, per due speciali visite guidate e animate, alle 20.30 e alle 21.30.
 
Le visite racconteranno una storia altra, in un certo senso "mai raccontata", diversa sia per modalità che per contenuti, rispetto a quelle ordinarie. Al centro, come sempre, la storia della famiglia Galimberti, il cui secondogenito, Duccio, è stato eroe della Resistenza, il punto di vista però sarà inconsueto: la famiglia sarà osservata e narrata attraverso gli occhi e i racconti dei cittadini cuneesi, di come questi hanno visto e vissuto i Galimberti, dall’esterno dunque. Diversa, quindi, l’angolazione del visitatore, non posta all’interno del nucleo famigliare ma usando una prospettiva esterna e diversa, anche, la modalità di fruizione in quanto non sarà una storia raccontata, ma una visita guidata animata dagli interventi degli allievi dell’Accademia teatrale Toselli.
Essendo, inoltre, il 2018 l’anno del Patrimonio, verrà posta l’attenzione sull’importante patrimonio culturale presente nel Museo.
La famiglia Galimberti intreccia la propria storia con quella italiana e le vicende legate ai suoi componenti sono ampiamente raccontate e raffigurate nei libri di scuola. In particolare Duccio, Eroe nazionale della Resistenza, viene ricordato per gli avvenimenti legati al partigianato e il suo discorso, declamato con passione ai cuneesi il 26 luglio del 1943, segna una pietra miliare nella storia della Liberazione. La famiglia porta in sé anche altre storie però: quella privata, quella di ognuno dei suoi componenti, e anche quella nella memoria e negli occhi della gente di Cuneo.  In occasione delle visite del 19 maggio, Tancredi, Alice, Carlo Enrico e soprattutto Duccio verranno raccontati proprio tramite gli sguardi delle persone che li videro e li ricordano, e la Casa accoglierà i visitatori con discrezione, sobrietà, cortesia, aprendosi a un racconto diverso.
 
Info: ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 0171-444801 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..