«E pensare che c'era Giorgio Gaber»

Teatro & Danza
Typography

Appuntamento giovedì 5 marzo 2020, ore 21, al teatro Colosseo di Torino. Il giornalista e scrittore Andrea Scanzi, è pronto a portare in scena, tra narrazione e videoproiezioni rare, un Gaber per molti inedito, quello teatrale che ha avuto il coraggio di uscire dalla televisione per entrare nella storia insieme a Sandro Luperini e ai loro testi.

Arriva al teatro Colosseo giovedì 5 marzo, ore 21, "E pensare che c'era Giorgio Gaber". Uno spettacolo in cui  Andrea Scanzi, giornalista e scittore porta in scena, tra narrazione e videoproiezioni rare, un Gaber per molti inedito.


Lo spettacolo patrocinato dalla Fondazione Gaber, si avvale di videoproiezioni rare, per non dimenticare un artista eccezionale.

Un Gaber teatrale che ha avuto il coraggio di uscire dalla televisione per entrare nella storia insieme a Sandro Luperini e ai loro testi. Gaberiano Doc, laureato con una tesi dedicata a Gaber, De André e ai cantautori di quella generazione, Andrea Scanzi, farà conoscere al pubblico le canzoni e i monologhi, gli elementi di lucidità profetica, la forza, la provocazione, il coraggio e tutti quei elementi che fanno del duo Gaber-Luporini un riferimento attualissimo per personaggi della politica, dello spettacolo, della cultura e del nostro sociale quotidiano.

Dice Andrea Scanzi: "Sono terrorizzato dall’idea che la sua memoria si perda. Il Gaber più forte, quello più geniale, è spesso quello che meno si conosce. In ogni canzone e monologo ci sono degli elementi di lucidità, profezia e forza che sono qualcosa d’incredibile. La presenza scenica, la mimica, la lucidità profetica, il gusto anarcoide per la provocazione, il coraggio di “buttare li` qualcosa” e l’avere anticipato cosi` drammaticamente i tempi".

Info: Biglietteria:
Platea € 26,50 + 3,50 dir.prev. - Ridotto under 14 € 20,00 +2,00 dir.prev.
Galleria € 20,00 + 3,00 dir.prev. - Ridotto under 14 € 15,00 +2,00 dir.prev.

Ph. Teatro Colosseo