04
Gio, Giu
191 New Articles
Messaggio Promozionale
 

Fase2 Piemonte: news 19 maggio 2020

Sanità Piemonte
Typography

La situazione dell'Emergenza Coronavirus in Piemonte Fase2 a martedì 19 maggio 2020. 12676 (+378) i nuovi guariti in Piemonte. 3737 in via di guarigione. 25 nuovi decessi, 3679 in totale. Situazione dei contagi in Piemonte 29727 (+108). Bonus Piemonte: oltre 5mila le PEC già inviate. Domani ore 17.30 conferenza stampa sul piano dei test sierologici in Piemonte.

LINEE GUIDA PER LA RIAPERTURA --> LEGGI IL PDF


Piemonte

Aggiornamento Coronavirus Piemonte 19 maggio 2020 FASE2
 NUMERO DI CONTAGIATI
29727
 IN TERAPIA INTENSIVA 96
 NON IN TERAPIA INTENSIVA 1579
 PERSONE IN ISOLAMENTO DOMICILIARE 7960
 GUARITI
12676
 IN VIA DI GUARIGIONE 3737
 DECEDUTI 3679
 TOTALE TAMPONI EFFETTUATI 255489
 TAMPONI ESAMINATI NEGATIVI 143310

12676 (+378) i nuovi guariti in Piemonte. 3737 in via di guarigione

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 12.676 (+378) rispetto a ieri): 1185 ( +53 ) in provincia di Alessandria, 519 (+24 ) in provincia di Asti, 562 (+ 35 ) in provincia di Biella, 1309 (+32 ) in provincia di Cuneo, 1117 (+79 ) in provincia di Novara, 6660 (+129) in provincia di Torino, 565 (+5 ) in provincia di Vercelli, 649 (+17) nel Verbano-Cusio-Ossola, 110 (+4 ) provenienti da altre regioni.

Altri 3737 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.


25 nuovi decessi, 3679 in totale

Sono 25 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 4 al momento registrati nella giornata di oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).

In seguito al riallineamento in corso dei dati richiesto alle Asl, sono inoltre risultati ulteriori 22 decessi risalenti ai mesi di marzo e aprile che le stesse Asl non avevano ancora registrato sulla piattaforma informatica regionale.

Il totale è ora di 3.679 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 623 Alessandria, 219 Asti, 185 Biella, 349 Cuneo, 311 Novara, 1.630 Torino, 202 Vercelli, 124 Verbano-Cusio-Ossola, 36 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.


Situazione dei contagi in Piemonte 29727 (+108)

Sono 29.727 (+108 rispetto a ieri) le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte: 3.807 in provincia di Alessandria, 1.753 in provincia di Asti, 1024 in provincia di Biella, 2.700 in provincia di Cuneo, 2617 in provincia di Novara, 15.121 in provincia di Torino, 1254 in provincia di Vercelli, 1100 nel Verbano-Cusio-Ossola, 255 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 96 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 96 ( -3 rispetto a ieri).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 1579 ( -10 rispetto a ieri).

Le persone in isolamento domiciliare sono 7960.

I tamponi diagnostici finora processati sono 258.489, di cui 143.310 risultati negativi.


Bonus Piemonte: oltre 5mila le PEC già inviate

Sono già oltre 5 mila le PEC inviate ai beneficiari del Bonus Piemonte , il contributo a fondo perduto predisposto dalla Regione per sostenere le imprese colpite dal lockdown per l' emergenza Coronavirus . Gli invii proseguiranno al ritmo di cinquemila al giorno, fino a raggiungere le 60mila imprese del territorio che, ad oggi, possono accedere al bonus, per un valore complessivo di 116 milioni di euro.
 
«Mentre procediamo con la prima parte del Bonus continuiamo a lavorare per ampliare il più possibile la platea dei beneficiari - spiega l’assessore al Commercio Vittoria Poggio - .Queste risorse sono un contributo a fondo perduto e potranno essere usate dai nostri imprenditori per l’adeguamento dei locali, l’acquisto di materiali e attrezzature o per le spese accessorie imposte anche dalle nuove esigenze e misure igienico-sanitarie, come previsto dalla nuova legge regionale n.12 del 15 maggio 2020, predisposta appositamente per questa emergenza».
«Con il Bonus Piemonte - commenta l’assessore alla Semplificazione Maurizio Marrone - la nostra Regione inaugura una modalità veloce e semplificata d’avanguardia per far arrivare il contributo direttamente sul conto dei beneficiari, che siamo sicuri farà scuola per le pubbliche amministrazioni di tutta Italia. Niente banche, niente interessi, niente garanzie e zero certificazioni. Finalmente un contributo davvero a fondo perduto, libero per la prima volta da lungaggini burocratiche e montagne di carta bollata».
Immediata e semplice la procedura per accedere al bonus: una volta risposto alla Pec il contributo verrà accreditato nell’arco di qualche giorno .
LE ISTRUZIONI PER RICEVERE IL BONUS
Per accedere al sistema e comunicare l’IBAN su cui si desidera venga accreditato il Bonus è necessario essere muniti di una delle seguenti credenziali di autentificazione digitale:
  1. SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale: nel caso non lo avessi puoi attivarlo consultando il sito: https://www.spid.gov.it/richiedi-spid (SCELTA CONSIGLIATA se non si hanno altre credenziali di autenticazione digitale. In alternativa puoi chiedere supporto al tuo commercialista)
  2. Carta di Identità Elettronica (CIE)
  3. Certificato digitale in formato Carta Nazionale Servizi - CNS con lettore di smart-card collegato al proprio personale computer
È necessario anche allegare copia del documento d’identità del rappresentante legale (in formato jpg, pdf o tif).
Per agevolare nella compilazione della domanda è stato predisposto un video tutorial sul sito della Regione Piemonte, dove è possibile consultare anche la lista dei codici Ateco beneficiari del Bonus.

Domani ore 17.30 conferenza stampa sul piano dei test sierologici in Piemonte

Via al piano della Regione Piemonte per test sierologici COVID 19 su base volontaria agli appartenenti alle Forze dell’Ordine, alle Forze Armate, alla Polizia Locale, ai Vigili del Fuoco e ai lavoratori del comparto giustizia ordinario, amministrativo e contabile.

Domani, mercoledì 20 Maggio, ore 17,30, assessorato regionale alla Sanità

Dopo un lavoro comune avviato per coordinare gli sforzi di tutti, l’assessorato alla Sicurezza della Regione Piemonte, quello alla Sanità, i vertici delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, quelli dei tribunali e della Corte dei Conti, sono arrivati a progettare un piano per offrire, su base volontari, una copertura totale di test sierologici COVID-19 che forniscano uno screening epidemiologico su questi servizi pubblici essenziali. 

Saranno presenti 

Fabrizio Ricca, assessore regionale alla Sicurezza 

Luigi Icardi, assessore regionale alla Sanità 

Prefetto di Torino

Questore di Torino

Comandante Regionale Carabinieri 

Comandante Regionale Guardia di Finanza

Comandante Militare Esercito Piemonte

Direttore Regionale Vigili del Fuoco

Chiara Appendino, Sindaco di Torino e della Città Metropolitana


 

Messaggio Promozionale