07
Mar, Apr
191 New Articles
Messaggio Promozionale
 

Coronavirus in Piemonte, situazione 28/2-2

Sanità Piemonte
Typography

La situazione nella nostra regione e in Valle d'Aosta al 28 febbraio 2020, ore 9. La situazione nella nostra regione e in Valle d'Aosta al 28 febbraio 2020, ore 14.30. La situazione nella nostra regione e in Valle d'Aosta al 28 febbraio 2020, ore 14.30. Si punta a norme meno restrittive. Coronavirus: Regione Piemonte, 11 i casi positivii. Si sta organizzando il rientro in Piemonte degli astigiani ad Alassio. Camera di Commercio di Torino: da lunedì 2 marzo riaprono gli uffici al pubblico. Emergenza coronavirus: a Torino e cintura, i mercati di Campagna Amica sono aperti. Coronavirus non blocca trapianti, crossover da Bari a Torino. Valle d'Aosta. Coronavirus, riprende attività Univd.

La situazione nella nostra regione e in Valle d'Aosta al 28 febbraio 2020, ore 14.30. Si punta a norme meno restrittive. Coronavirus: Regione Piemonte, 11 i casi positivii. Si sta organizzando il rientro in Piemonte degli astigiani ad Alassio. Camera di Commercio di Torino: da lunedì 2 marzo riaprono gli uffici al pubblico. Emergenza coronavirus: a Torino e cintura, i mercati di Campagna Amica sono aperti. Coronavirus non blocca trapianti, crossover da Bari a Torino. Valle d'Aosta. Coronavirus, riprende attività Univd.


LEGGI L'ORDINANZA IN PDF


Si punta a norme meno restrittive

La Regione Piemonte punta, allo scadere dell'ordinanza valida fino al 29 febbraio, a norme meno restrittive che conducano gradualmente verso la normalità, con la riapertura delle scuole agli studenti dalla metà della prossima settimana. Lo ha annunciato il presidente alla fine di un incontro con sindaci, prefetti e presidenti delle Province piemontesi.

Secondo il presodente, i cinque nuovi casi di oggi, pur condizionati alla verifica dell'istituto superiore di Sanità, dimostrano che il problema persiste. Dalle Province è emersa la volontà di un ritorno alla normalità, ma con grande prudenza e cautela. La proposta al ministro della Salute è che le scuole riaprano lunedì per un'azione di pulizia straordinaria e  disinfezione, per poi aprire agli allievi da metà settimana. Al Governo viene chiesta una risposta entro domani, per non possiamo lasciare le famiglie in sospeso fino a domenica a tarda sera.


Coronavirus: Regione Piemonte, 11 i casi positivi

Sono saliti a undici, di cui uno confermato e dieci ancora in attesa di validazione da parte dell'Istituto superiore di sanità a Roma, i casi di positività al Coronavirus rilevati su pazienti piemontesi. E' quanto comunica la Regione Piemonte. Nell'elenco sono incluse le cinque persone che fanno parte del gruppo di astigiani ospitati in un hotel ad Alassio, in Liguria, dal 4 al 18 febbraio. Di questi undici, sette sono ospedalizzati non in terapia intensiva (1 a Torino, 3 ad Asti e 3 Novara) e 4 sono in isolamento fiduciario domiciliare. (ANSA).


L’aggiornamento dei casi

Sono risultate positive al test, esito che deve essere confermato dall’Istituto superiore di Sanità, altre cinque persone facenti parte del gruppo di astigiani ospitati in un hotel di Alassio dal 4 al 18 febbraio. Salgono quindi a 11 i casi riscontrati in Piemonte, di cui 1 confermato e 10 probabili. Di questi 11, 7 sono ospedalizzati non in terapia intensiva (1 a Torino, 3 ad Asti e 3 Novara) e 4 sono in isolamento fiduciario domiciliare.


Si sta organizzando il rientro in Piemonte degli astigiani ad Alassio

L’assessore regionale alla Sanità, accompagnato da uno staff medico, è partito questa mattina in elicottero per l’aeroporto di Albenga. Da qui ha raggiunto Alassio per sovrintendere e organizzare il rientro dei 32 astigiani esposti al contagio ospitati in un albergo e sincerarsi personalmente che venga loro assicurata la migliore assistenza. Per ognuno verranno predisposti il trasferimento e la sistemazione più idonei a garantirne lo stato di salute, accanto alla sicurezza delle proprie famiglie e delle persone collegate.

Una volta disponibili i risultati del test, saranno suddivisi in tre categorie: i negativi verranno posti in isolamento fiduciario domiciliare; i positivi asintomatici in isolamento domiciliare; per i positivi sintomatici si valuterà se necessario un ricovero ospedaliero o se sarà sufficiente l’isolamento a domicilio.


Camera di Commercio di Torino: da lunedì 2 marzo riaprono gli uffici al pubblico

Da lunedì 2 marzo 2020 riaprono gli uffici al pubblico della Camera di commercio.

Per tutelare la salute di tutti si ricorda che la prevenzione è lo strumento più efficace per contenere la diffusione della malattia. È importante dunque attenersi ai dieci comportamenti diffusi dal Ministero della Salute e in particolare, allo sportello, si prega di mantenere la distanza di almeno un metro dalle persone.

Per informazioni e aggiornamenti a livello nazionale è possibile consultare:

Per tutti gli aggiornamenti sulla situazione in Piemonte è possibile seguire:

  • la pagina dedicata su Piemonte Informa
  • la pagina ufficiale su Facebook della Regione Piemonte
  • gli account ufficiali su Twitter @piemonteinforma e @regionepiemonte.

Per ulteriori informazioni, consultare l’home page del sito www.to.camcom.it


Emergenza coronavirus: a Torino e cintura, i mercati di Campagna Amica sono aperti

Nei giorni di emergenza dovuta al coronovirus i rifornimenti di frutta e verdura sono garantiti dagli agricoltori in tutte le aree del Paese con i mercati generali all’ingrosso che hanno aperto e funzionano regolarmente su tutto il territorio. A Torino e provincia gli agricoltori del circuito Campagna Amica, assicurano la continuità della produzione e, là dove richiesto, la fornitura dei prodotti agroalimentari stagionali e del territorio. A garantire la commercializzazione delle produzioni agricole, tutta la filiera corta di Campagna Amica e gli accordi di filiera per i trasformati, dalla carne al comparto lattiero caseario, fino all’ortofrutta.

RETE CAMPAGNA AMICA I punti vendita della rete di Campagna Amica in provincia di Torino sono 300, di cui 50 agriturismi. I mercati dei produttori domenicali sono allestiti in centralissime piazze della città di Torino: la prima domenica, in piazza Palazzo di Città; la seconda, in piazza e giardini Cavour; la terza domenica, in piazza Vittorio Veneto;  la quarta in piazza Bodoni. Poi ci sono i mercati pomeridiani settimanali: il martedì e giovedì, in via Mittone, angolo via Fratelli Passoni; il mercoledì, in corso Umbria; oltre a un’eccellenza riservata alle imprese certificate biologiche, il venerdì, ai giardini La Marmora, in via Cernaia. Nei comuni del torinese i consumatori hanno a disposizione 17 mercati di produttori in vendita diretta.

AGENDA MERCATI CAMPAGNA  AMICA MARZO 2020 A TORINO E PROVINCIA

MERCATI DOMENICALI A TORINO Questi i mercati domenicali di Campagna Amica, a Torino, aperti dalle ore 9 alle 18: domenica 1° marzo, in piazza Palazzo di Città; domenica 8 marzo, in piazza Cavour; domenica 15 marzo, in piazza Vittorio Veneto; domenica 22 marzo 2020, in piazza Bodoni.

MERCATO SETTIMANALE VIA MITTONE Mercato di Campagna Amica Via Mittone, angolo via Fratelli Passoni, dalle ore 15 alle 19: martedì 3 marzo, giovedì 5; martedì 10; giovedì 12; martedì 17; giovedì 19; martedì 24; giovedì 26; martedì 31 marzo 2020.

MERCATO SETTIMANALE CORSO UMBRIA Mercato di Campagna Amica, aperto dalle ore 14 alle 19: mercoledì 4 marzo; mercoledì 11; mercoledì 18; mercoledì 25 marzo 2020.

MERCATO BIOLOGICO GIARDINI LA MARMORA Mercato biologico di Giardini La Marmora e via Cernaia, dalle ore 14 alle 19: venerdì 6 marzo; venerdì 13, venerdì 20; venerdì 27 marzo 2020.

MERCATI DI CAMPAGNA AMICA IN PROVINCIA DI TORINO Questi i mercati settimanali allestiti da Coldiretti Torino nei Comuni torinesi, con orario dalle ore 15 alle 19. Nel torinese ogni lunedì è allestito il mercato pomeridiano a Cuorgnè, in piazza Martiri della Libertà. Il martedì i mercati sono presenti ad Avigliana, in piazza del Popolo; a Castiglione Torinese, in piazzetta Il Centro, in via Torino 233; a Leinì, in piazza 1° Maggio. Il mercoledì i mercati di Campagna Amica sono allestiti: a Chieri, in piazza Dante; a Ciriè, in piazza San Giovanni; a Grugliasco, in piazza Matteotti Alta. Il giovedì l’appuntamento con i mercati di Campagna Amica è: ad Alpignano, in piazza 8 Marzo; a Carmagnola, in piazza Martiri della Libertà. Il venerdì i produttori in vendita diretta sono a: Collegno, in piazza XXV aprile; a Nichelino, in piazza Giuseppe Di Vittorio; a Rivarolo, in corso Indipendenza; a Villarbasse, in via San Martino, al Centro sportivo. Il sabato: a Rivoli, in via Nuova Collegiata, angolo via Fratelli Piol; a Rosta, in piazza Stazione (dalle ore 9 alle 13); a San Giorio di Susa, in piazza Micellone (dalle ore 9 alle 13); a Rivalta Torinese, in piazza Bionda.


Coronavirus non blocca trapianti, crossover da Bari a Torino

L'emergenza Coronavirus non ha bloccato il crossover dei trapianti dalle varie zone d'Italia. La catena di solidarietà ha permesso di intervenire su una paziente di 33 anni che, dializzata a Torino, ha ricevuto un rene da una donatrice vivente di Bari. L'intervento è stato eseguito all'ospedale Molinette.
    Quella che si è conclusa a Torino è stata una vera e propria 'catena di solidarietà', che dopo essere iniziata in Piemonte lo scorso novembre, ha attraversato l'Italia da nord a sud permettendo di salvare la vita a quattro pazienti in trattamento dialitico in Veneto, Sicilia e Puglia. A Bari il rene è stato donato - come segno di riconoscenza - dalla giovane moglie di un paziente che ne aveva ricevuto uno da Palermo. L'organo, dopo essere stato prelevato in mattinata, è stato portato a Torino con la collaborazione delle forze di polizia di Bari e, nello stesso giorno, impiantato alla trentatreenne, che era in dialisi dal 2014. (ANSA).


Valle d'Aosta

Coronavirus, riprende attività Univd

Dopo la sospensione precauzionale contro la diffusione del Coronavirus, l'attività dell'Università della Valle d'Aosta riparte dal prossimo 2 marzo. In dettaglio è assicurato nuovamente il regolare svolgimento delle attività didattiche e saranno ripristinati i consueti orari di apertura al pubblico delle aule studio, della biblioteca e degli uffici amministrativi.
"Al fine di continuare a garantire adeguate misure di prevenzione contro la diffusione del Coronavirus a tutela della collettività - si legge in una nota - gli utenti dell'Ateneo che si sono recati recentemente nelle 'zone rosse' o che hanno avuto contatti con soggetti potenzialmente contagiati devono evitare di recarsi presso le sedi dell'Ateneo. A beneficio degli studenti ai quali non è consentita la partecipazione alle lezioni, l'Università sta valutando l'introduzione di strumenti per la didattica a distanza, con le modalità che saranno ritenute idonee dai docenti titolari di ciascun insegnamento".

Ph. Regione Piemonte

Messaggio Promozionale