19
Sab, Ott
179 New Articles
 
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Salva

Monviso, la ricerca del ghiacciaio perduto

Ambiente & Animali
Typography

Il ghiacciaio del Monviso si sta sciogliendo, il 27 settembre, 7 alpinisti si sono dati appuntamento a Castello di Pontechianale (Val Varaita) per risalire il vallone di Vallanta e raggiungere ciò che rimane del ghiacciaio Pensile del Monviso. Giuseppe Giulio Roberti, laureato in Scienze e Turismo alpino, ha guidato una spedizione alla parete Nord de Monviso, per il progetto "Requiem per un ghiacciaio: veglie funebri per i ghiacciai italiani che stanno scomparendo".

I cambiamenti climatici stanno accelerando lo scioglimento dei ghiacciai alpini, per troppi anni il problema non è stato preso in considerazione. Invece, sempre più ci accorgiamo che il surriscaldamento terrestre dipende dall'azione devastante dell'uomo che ha utilizzato la tecnologia e tutti i mezzi a sua disposizione per sopraffare l'equilibrio della natura. Allora, per la sopravvivenza del pianeta e per il futuro delle nuove generazioni, diventa più che mai urgente una presa di coscienza collettiva e un cambiamento radicale di usi e costumi delle popolazioni.

Giuseppe Giulio Roberti

Sul Colle delle Cadreghe a 3130 m. di altitudine si può osservare il ghiacciaio Pensile. Questo ghiacciaio è sospeso a metà della parete Nord del Monviso e nel 1989 si è verificato un enorme crollo in cui è scomparsa 2/3 della massa complessiva. Oggi non è più presente il fronte glaciale ma solo una porzione di ghiaccio appoggiata su un contrafforte roccioso. Questo ghiacciaio si trova ad una quota “sensibile” e scomparirà del tutto nei prossimi anni a causa dei cambiamenti climatici. Polvere e detriti coprono il poco ghiaccio rimasto determinando una scarsa albedo. Infatti le tonalità scure dei detriti assorbono maggiormente la radiazione solare velocizzando la fusione del ghiaccio.

Il gruppo ha raggiunto il Rifugio Vallanta 2450 m. e quindi risalito la morena glaciale dell’ormai scomparso ghiacciaio di Vallanta.


La località remota ha reso questa giornata di sensibilizzazione particolarmente importante. Infatti è essenziale realizzare documentazione fotografica e informare anche chi non ha avuto la possibilità di recarsi lassù.
La giornata è stata organizzata da Legambiente Barge in occasione dello sciopero globale per il clima Fridays for Future.

Fotografie: Luciano Fochi

© 2019, giulio steve.

Messaggio Promozionale