05
Ven, Giu
199 New Articles
Messaggio Promozionale
 

Confagricoltura: tutela per il suolo agricolo

Agricoltura
Typography
L'associazione astigiana interviene sullo sblocco dell'iter per la Tangenziale Sud Ovest
Confagricoltura Asti ha accolto con entusiasmo la notizia dell'ordinanza con cui il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, ha dato mandato alla società concessionaria dell'A33, l'Asti Cuneo S.p.A., di predisporre un nuovo studio di fattibilità per identificare il tracciato della futura Tangenziale Sud Ovest.
 
Secondo le stime contenute nell'ultimo rapporto Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), nel 2013 in Piemonte risulta consumato circa il 6-8% della superficie regionale, un dato in linea con la percentuale di cementificazione nella provincia di Asti calcolata al 7,7%, pari a 11.610 ettari (anno 2012).
Gli esempi non mancano, anche nell'Astigiano: Confagricoltura Asti rimarcherà il proprio impegno sul versante della tutela del suolo partendo dal progetto Tangenziale Sud Ovest, un'opportunità per il territorio ma costellata ancora da troppi punti interrogativi che si spera vengano presto dissolti.
Per Confagricoltura Asti la travagliata cronistoria del progetto, ha evidenziato una condizione di stallo permanente: da un lato la tutela del suolo agricolo, dall'altro la possibilità di migliorare la viabilità frazionaria.
Secondo l'opinione del direttore di Confagricoltura Asti, Francesco Giaquinta: “La cementificazione selvaggia è un crimine contro l'umanità, non riguarda solo il mondo agricolo. Per decenni la speculazione finanziaria ha reso le città più inquinate e sempre meno sostenibili: ora basta. Confidiamo che il frutto della concertazione tra il Comune di Asti e i vertici dell'Autostrada Asti Cuneo S.p.A. porti all'elaborazione di un tracciato leggero, che si integri e valorizzi la fruibilità da e verso le nostre colline sfruttando tratti di viabilità già esistenti".

Messaggio Promozionale